ePrivacy and GPDR Cookie Consent by TermsFeed Generator
equipaggiamento per l'avventura

Avventura 

Chi vive la Natura a 360° , per piacere o per lavoro , sa quanto sia importante il giusto equipaggiamento . Tutti sappiamo che ci si deve vestire a cipolla , portarsi una protezione per le intemperie , avere calzature robuste ed anti-scivolo , un minimo (dipende dal livello di formazione) di pronto soccorso , acqua e cibo in uno zaino confortevole .

E’ capitato a tutti di portarsi qualcosa in più , per sicurezza , e dopo decine di volte che quel qualcosa non veniva usato , lo si lasciava a casa … Ed era proprio quella volta che sarebbe servito , la Legge di Murphy è terribile !

Sono anni che vado per boschi e montagne , ho fatto trekkings in autosufficienza , pattuglie militari , escursioni in solitaria ed in gruppo , in tutte le condizioni metereologiche , preferisco la nebbia ed il freddo  e la pioggia ,  perché c’è meno gente in giro e Madre Natura è più generosa con i coraggiosi .

Il Primo Maggio , complici le previsioni metereologiche non soleggiate , si decide con il mio gruppo di amici di fare una bella escursione sul Monte Conero , montagna sul mare con ripidi sentieri e panorami mozzafiato . Si parte dalla cittadina balneare di Sirolo , ci si addentra nei profumi della pineta e si sale per un sentiero stretto ed intasato di “turisti” non equipaggiati per l’avventura , specialmente per un sentiero ripido e sassoso . Giunti al convento sulla cima , raggiungibile anche in auto , ci fermiamo a pranzare guardati come alieni dalla folla in sneakers e 100 grammi . Riprendiamo il sentiero per raggiungere la Spiaggia delle Due Sorelle , passando per il Passo del Lupo . La discesa è decisamente ripida e sdrucciolevole , nessun problema , siamo equipaggiati . Finalmente comincia gocciolare , chiamarla pioggia sarebbe troppo , i “turisti” fuggono , noi sorridiamo , non siamo idrosolubili , come diceva il mio sergente … Optiamo per un sentiero più ripido e sassoso che ci porterà alle grotte , per poi raccordarsi con al Passo del Lupo , non incontriamo più nessuno per almeno mezz’ora . Raggiunto il sentiero principale incontriamo una folla in fuga dalla “pioggia” , poco male il Passo del Lupo ci aspetta con i suoi speroni di roccia a picco sul mare azzurro cupo . Cominciamo la discesa ,attrezzata di cavi arrugginiti , è ora di proteggere le mani , con i nostri guanti tattici . E’ una vecchia abitudine imparata nell’Esercito , avere sempre un paio di guanti protettivi in cuoio o materiale tecnico  , una spina o un cavo arrugginito , possono fare danni che limitano l’uso della mano , e sul sentiero che stiamo percorrendo le mani servono salde e sicure come del resto le nostre suole Vibram . L’ultimo passaggio per la spiaggia è una calata con corda fissa di 4m , nulla per noi , ma decisamente da trattare con attenzione !

Qualche foto ed un sorso d’acqua e si risale per lo stesso sentiero , per tornare a Sirolo a berci una meritatissima birra , alla fine sono 14km con 789 m di dislivello , fortunatamente con pioggerellina e vento .

Torna su

Istruzioni per le taglie
Vorremmo assicurarci che l’abbigliamento che acquisti sia davvero adatto a te, affinché possano svolgere correttamente il loro scopo. Ti preghiamo di investire un momento del tuo tempo per consultare la guida alle misure e la tabella delle dimensioni corrispondenti per evitare errori. Per prendere la giusta misura, prova gli abiti che ti stanno bene e misura.

Il petto
Prova gli abiti e appoggiali su una superficie piana. Misura dal bordo sinistro al bordo destro appena sotto le maniche.

Vita
Prova gli abiti e appoggiali su una superficie piana. Misura dal bordo sinistro al bordo destro in vita.

Lunghezza manica
Indossa una camicia che ti piace, misura con un braccio al fianco, dalla cucitura della spalla lungo tutto il braccio fino a trovare la lunghezza desiderata. Si consiglia di posizionare la manica alla base del pollice (situata sull’articolazione del polso). Nelle giacche con maniche raglan, come Stratus® o Cumulus®, le misure delle maniche devono essere prese dalla base del colletto fino al polsino della manica.

Cinta
Appoggia i pantaloni su una superficie piana. Misura la distanza del bordo interno dal cavallo, dove si incontrano le cuciture anteriore e posteriore, sul fondo della gamba.

Lunghezza dei pantaloni
Stendi i pantaloni su una superficie piana con i bordi esterni su entrambi i bordi. Fare attenzione a rimuovere eventuali rughe e pienezza dal pannello posteriore. Misura la distanza dalla parte superiore della cintura alla parte inferiore dell’orlo.

Per le gonne
Appoggia la gonna piatta più adatta alla tua taglia con le cuciture laterali rivolte verso l’alto. Usa la mano per appiattire / raddrizzare le rughe sul tessuto. Quindi misurare la distanza tra il punto del bordo superiore e il punto del bordo inferiore. Per ottenere il risultato più accurato dovresti misurarlo lungo le cuciture laterali.

Girovita
Appoggia la gonna piatta più adatta alla tua taglia con la cerniera frontale rivolta verso l’alto. Usa la mano per appiattire / raddrizzare le rughe sul tessuto. Misurare la parte superiore della gonna (la linea di cintura) a partire da un bordo laterale verso il lato opposto. Quindi, raddoppia il risultato per ottenere la circonferenza della vita.

Circonferenza fianchi
Appoggia la gonna piatta più adatta alla tua taglia con la cerniera frontale rivolta verso l’alto. Usa la mano per appiattire / raddrizzare le rughe sul tessuto. Quindi misurare la distanza tra i punti laterali opposti sulla parte dell’anca (a seconda del taglio della gonna, i fianchi dovrebbero essere di circa 11-14 cm sotto il bordo superiore della gonna). Raddoppia il risultato per ottenere la circonferenza dei fianchi. La tolleranza per le dimensioni indicate nella tabella è di +/- 2 cm (vale solo per l’abbigliamento).