ePrivacy and GPDR Cookie Consent by TermsFeed Generator
abbigliamento FS

Abbigliamento forze speciali

Abbigliamento Forze Speciali

Abbigliamento forze speciali, di cosa si tratta?? Dall’alba dei tempi gli eserciti hanno sempre distinto i soldati più coraggiosi e capaci , fossero guardie reali o reparti di cavalleria , con uniformi specifiche . I motivi sono svariati , ma i principali sono sicuramente l’orgoglio di appartenere ad un reparto composto da “pochi”  ed incutere terrore al nemico che vede scendere in campo “quelli tosti” . Se nel passato le uniformi dei reparti d’elite erano spesso sgargianti e ben visibili , basti pensare agli Ussari Alati polacchi o ai Dragoni francesi o ancora agli Immortali persiani , nell’eta contemporanea si cominciò a pensare più alla funzionalità che all’apparenza , essendo la bassa visibilità una necessità della guerra moderna … Uno dei primi reparti ad adottare uniformi verdi ,per “scomparire” nei boschi del Nord America, furono i Rogers Rangers (capostipiti degli attuali Rangers Americani) che diedero molto filo da torcere alle truppe regolari francesi “colorate” ,durante le guerre franco-inglesi .

Dal 700′ alla fine del 900′ il passo è breve e si arriva alla Prima Guerra Mondiale  , dove molti eserciti vestivano ancora “colorati” ed impararono loro malgrado la necessità di essere meno visibili sotto il tiro delle mitragliatrici.

La nascita dell’abbigliamento per forze speciali.

Durante la Grande Guerra molte nazioni si dotarono di reparti specializzati nell’assalto delle trincee , Sturm truppen , Stosstruppen , troupes de Choc , tutte equipaggiate in maniera speciale e vestite in maniera più funzionale e molto meno formale . In Italia invece si creano le prime vere Forze Speciali , gli Arditi , con equipaggiamento e abbigliamento specificamente studiati per le azioni ( giacca da ciclista , maglione e pantaloni da equitazione) , sono anche i primi ad effettuare aviolanci di guerra .

Nel primo dopoguerra tanti eserciti cominciano a formare reparti specializzati : paracadutisti , cacciatori , nuotatori ecc.. Questi reparti daranno grande prova di sé durante la Seconda Guerra Mondiale , ma si giungerà anche alla formazione di reparti ancora più speciali (SAS , ADRA , XMas , X reparto Arditi , SFFS , Brandeburghesi) , caratterizzati da equipaggiamenti super specializzati ed abbigliamento pratico e “fuori libretta” .

Le Forze Speciali si evolveranno ulteriormente per i conflitti a bassa intensità del secondo dopo guerra , da notare la capacità , avevano un ufficio preposto , di equipaggiarsi al meglio dei reparti SOG nel Sud-Est Asiatico . Uniformi specifiche , Tiger Stripes o nere , fuori ordinanza per infiltrarsi meglio dietro le linee del nemico . Discendenti diretti furono gli operatori della Delta Force , con giacche nere , jeans e scarponi sporchi .. Gli eserciti hanno fornito divise specifiche alle FS , ma sempre negli standard militari fino alla Guerra al Terrore , che fa da spartiacque per la rivoluzione tecnologica dell’abbigliamento . Gli operatori acquistano abbigliamento tecnico civile per affrontare in modo più funzionale gli inverni afghani , fino a che le aziende cominciano a produrre capi tecnici ma MILSPEC , nei colori richiesti dalle FS , ed in poco tempo le giacche in GoreTex col taglio parka standard , diventano giacche da alpinismo mimetiche ; i pantaloni sono rinforzati , elasticizzati e con tasche funzionali ; le combat-shirts sono elasticizzate e robuste , con tessuti specifici ai climi per ottimizzare il comfort dell’operatore, qui nasceva il vero abbigliamento per forze speciali

Qualità dei materiali prima di tutto!

Le aziende produttrici di tessuti ad alta performance ( GoreTex , Polartec, ClimaShield Primaloft , Schoeller) sviluppano prodotti con caratteristiche specifiche richieste dalle Forze Armate e dalle Forze Speciali , oggi divenuti standard nel mondo Tactical e Bushcraft , per l’affidabilità , la robustezza e la comodità  .

Molti operatori delle Forze Speciali hanno aperto aziende o ci lavorano come consulenti, e si vede dalla funzionalità e dalla vestibilità delle “uniformi” che creano : leggere , robuste e flessibili , comode come tute da ginnastica .

Tra le tante aziende che abbiamo testato e fatto testare ai nostri amici delle FS , Direct Action  . 

azienda polacca fondata da un operatore delle forze speciali e tuttora guidata da diversi di loro , produce equipaggiamento Forze Speciali che si distingue per funzionalità , robustezza e assoluta affidabilità oltre che per un ottimo rapporto qualità prezzo !

 

Torna su

Istruzioni per le taglie
Vorremmo assicurarci che l’abbigliamento che acquisti sia davvero adatto a te, affinché possano svolgere correttamente il loro scopo. Ti preghiamo di investire un momento del tuo tempo per consultare la guida alle misure e la tabella delle dimensioni corrispondenti per evitare errori. Per prendere la giusta misura, prova gli abiti che ti stanno bene e misura.

Il petto
Prova gli abiti e appoggiali su una superficie piana. Misura dal bordo sinistro al bordo destro appena sotto le maniche.

Vita
Prova gli abiti e appoggiali su una superficie piana. Misura dal bordo sinistro al bordo destro in vita.

Lunghezza manica
Indossa una camicia che ti piace, misura con un braccio al fianco, dalla cucitura della spalla lungo tutto il braccio fino a trovare la lunghezza desiderata. Si consiglia di posizionare la manica alla base del pollice (situata sull’articolazione del polso). Nelle giacche con maniche raglan, come Stratus® o Cumulus®, le misure delle maniche devono essere prese dalla base del colletto fino al polsino della manica.

Cinta
Appoggia i pantaloni su una superficie piana. Misura la distanza del bordo interno dal cavallo, dove si incontrano le cuciture anteriore e posteriore, sul fondo della gamba.

Lunghezza dei pantaloni
Stendi i pantaloni su una superficie piana con i bordi esterni su entrambi i bordi. Fare attenzione a rimuovere eventuali rughe e pienezza dal pannello posteriore. Misura la distanza dalla parte superiore della cintura alla parte inferiore dell’orlo.

Per le gonne
Appoggia la gonna piatta più adatta alla tua taglia con le cuciture laterali rivolte verso l’alto. Usa la mano per appiattire / raddrizzare le rughe sul tessuto. Quindi misurare la distanza tra il punto del bordo superiore e il punto del bordo inferiore. Per ottenere il risultato più accurato dovresti misurarlo lungo le cuciture laterali.

Girovita
Appoggia la gonna piatta più adatta alla tua taglia con la cerniera frontale rivolta verso l’alto. Usa la mano per appiattire / raddrizzare le rughe sul tessuto. Misurare la parte superiore della gonna (la linea di cintura) a partire da un bordo laterale verso il lato opposto. Quindi, raddoppia il risultato per ottenere la circonferenza della vita.

Circonferenza fianchi
Appoggia la gonna piatta più adatta alla tua taglia con la cerniera frontale rivolta verso l’alto. Usa la mano per appiattire / raddrizzare le rughe sul tessuto. Quindi misurare la distanza tra i punti laterali opposti sulla parte dell’anca (a seconda del taglio della gonna, i fianchi dovrebbero essere di circa 11-14 cm sotto il bordo superiore della gonna). Raddoppia il risultato per ottenere la circonferenza dei fianchi. La tolleranza per le dimensioni indicate nella tabella è di +/- 2 cm (vale solo per l’abbigliamento).